I PROFUMI FEMMINILI

La selezione delle fragranze destinate al giudizio della Giuria dei Consumatori esprime molto chiaramente la voglia da un lato di conservare saldi i canoni della tradizione olfattiva e dall’altro di esplorare nuove interpretazioni di modernità.

La femminilità si rispecchia nell’Ambra e soprattutto in variopinti bouquet di fiori in cui la Rosa trionfa da vera regina, nell’espressione di generosa sensualità, mentre il romanticismo e la tenerezza si manifestano attraverso le note delicate della Magnolia e della Peonia.

La personalità di queste caratteristiche dominanti viene trasformata da un’ondata di “vegetalità”, vero e proprio fenomeno distintivo dell’edizione 2010: una rinnovata esplosione di agrumi, di erbe e di foglie infondono una spontanea naturalezza a creazioni destinate a una donna contemporanea e dinamica.

La stessa dualità rigorosa e sofisticata si riscontra nei packaging: ai colori, per la maggior parte tenui degli astucci, fa da contrappunto la ricercatezza dei flaconi, perfette linee geometriche e fondi pesanti e spessi, impreziositi da chiusure dalle forme e dai materiali originali. Giochi di colori, trasparenze e luci, simbolo di lusso e maestria industriale.

I PROFUMI MASCHILI

Legni, armonie orientali e ambrate e strutture fougère dipingono il panorama maschile, ripercorrendo le direzioni olfattive predilette dall’uomo italiano: raffinate espressioni di eleganza, virilità e classicismo. Rinnovate sinergie si evidenziano con la presenza delle spezie, dalle più passionali e avvolgenti alle più fresche ed energiche, e con l’uso audace di note gourmand e cipriate, per stimolare le fantasie dell’uomo alla ricerca di uno stile autentico e ricercato.

Sobrietà e classe si distinguono anche nel design dei packaging: astucci e flaconi attingono all’intera tavolozza dei colori dell’universo maschile, grigi sfumati, verdi di mari e di boschi, rossi arditi impreziositi con metalli modellati o incastonati in legni pregiati.