benzoino

Il benzoino è la goccia resinosa di un arbusto originario del sud-est asiatico, lo Styrax, la cui corteccia viene incisa per raccogliere la linfa che cola e solidifica in forma di lacrime.

Ne esistono due qualità diverse:

Benzoino del Siam: è la varietà più preziosa, di colore giallastro con sfumature più ambrate e odore finissimo. Si ottiene dallo Styrax tonkinensis che cresce in Thailandia, Laos, Cambogia e Vietnam.

Benzoino di Sumatra: più grigiastro e dall’aspetto zuccheroso, è considerato di minor valore rispetto al precedente e il suo aroma, infatti, è meno pungente e penetrante. Si ottiene dallo Styrax benzoin che cresce sull’isola di Sumatra.

Prima del suo “ingresso” in profumeria, il benzoino era usato come cicatrizzante, antisettico ed espettorante e, grazie al suo potere balsamico, ancora oggi è tra gli ingredienti di numerosi rimedi dermatologici e respiratori.

Il benzoino è uno dei componenti della sfaccettatura ambrata. E’ apprezzato per le sue sfumature vanigliate, cremose, un po’ gourmand. La sua impronta è calda e sensuale, conferisce rotondità e tenuta ai profumi.

IL BENZOINO, L’INGREDIENTE CHE RACCONTA LA STORIA DI UN POPOLO

I tempi e gli investimenti per la coltivazione di questa resina sono enormi poichè gli alberi possono essere incisi solo ogni 7 anni. L’azienda svizzera Givaudan, che produce fragranze e profumi, ha sviluppato un programma di educazione per gli abitanti del Laos (il principale paese dello Styrax tonkinensis) come risultato del progetto di etica sociale per proteggere la natura coinvolgendo le persone, l’ambiente e la società. WALK THE BENZOIN ROAD