cacao

Il cacao è una pianta erbacea originaria dell’America Centrale e può raggiungere anche 8-10 metri di altezza.

E’ molto sensibile all’ambiente esterno, sia per quanto riguarda la temperatura, sia per la quantità di precipitazioni e il tipo di terreno. Il frutto, di colore brunastro, abbastanza grosso e lungo circa 15 cm contiene alcune decine di semi, di aspetto simile alle mandorle. I semi vengono raccolti ed essiccati al sole.
Dai frutti essiccati si ricava poi il prodotto finito. Il cacao contiene la teobromina (dal greco teobroma che significa cibo degli dei) e il burro di cacao, che è una sostanza grassa. Viene utilizzato soprattutto per la produzione del cioccolato.

Il cacao é stato importato in Europa dallo spagnolo Fernando Cortés e dalla Spagna si è diffuso rapidamente, utilizzato come bevanda e per la preparazione di dolciumi.

Il cioccolato è un alimento derivato dai semi dell’albero del cacao. La pianta del cacao ha origini antichissime e, secondo precise ricerche botaniche, si presume che fosse presente più di 6000 anni fa nel Rio delle Amazzoni e nell’Orinoco. I primi agricoltori che iniziarono la coltivazione della pianta del cacao furono i Maya intorno al 1000 a.C. In profumeria si utilizzano sia materie prime naturali che di sintesi che danno una nota gourmand alle fragranze.