osmanto

L’osmanto odoroso è un arbusto sempreverde, originario della Cina e del Giappone, che arrivò in Europa nella metà del 19° secolo.

Oltre che in profumeria, è usato per aromatizzare il tè o come ingrediente per dare dolcezza e freschezza ai piatti culinari.

In Asia è simbolo di amore e romanticismo: secondo un’antica tradizione, la sposa donava un fiore di osmanto alla nuova famiglia per essere ben accolta e garantire la nascita di molti figli.

La pianta ha fiori piccoli, molto profumati, che sbocciano in autunno. Il loro odore è di pelle di albicocca e, per questo, pur essendo un fiore, non appartiene alla famiglia olfattiva fiorita ma a quella fruttata. E’ una delle materie prime tra le più costose in profumeria e arricchisce le fragranze con note dolci di miele e frutta, con un fondo di legni e spezie.