sandalo

Il sandalo è un alberello parassita che raggiunge i nove metri di altezza: dopo circa 30 anni si taglia e se ne estrae il prezioso olio essenziale. Si trova soprattutto nell’Asia tropicale: in India (dove si hanno le maggiori produzioni di olio), Sri Lanka, Indonesia, Malesia e Taiwan.

Il sandalo è conosciuto da almeno 4000 anni e se ne è sempre fatto un larghissimo uso, sia come cosmetico che come incenso e ingrediente nei preparati per l’imbalsamazione. Era utilizzato in farmaceutica anche come disinfettante.

Il pregio del legno di sandalo risiede nella bontà del suo aroma e nell’effetto che esso provoca nelle sfere emotive e psichiche. E’ una fragranza legno-resinosa di grande ricchezza e corposità. Il suo profumo, molto persistente, evoca pulizia spirituale. Questa essenza stimola la parte destra del cervello, favorisce la creatività e l’intuizione. Il suo aroma è legato alla serenità, alla meditazione e alla saggezza.

È il profumo principe della profumeria tradizionale, associato spesso alle note fiorite a cui conferise equilibrio.