iscriviti alla newsletter




Informativa sulla privacy

L'indirizzo e-mail inserito sarà custodito nel rispetto dei principi della normativa sulla privacy e sulla sicurezza nel trattamento delle informazioni e verrà utilizzato da Cosmetica Italia e dagli enti ad essa collegati quali Cosmetica Italia Servizi Srl unicamente per sottoporre informazioni sulle proprie iniziative e sui propri servizi. In qualsiasi momento é possibile rivolgersi a Cosmetica Italia - inviando una mail al seguente indirizzo privacy@cosmeticaitalia.it oppure telefonando al numero 02.28.17.73.1 per esercitare diritti di accesso, rettifica, opposizione al trattamento riconosciuti dalla normativa sulla privacy. Relativamente al diritto di fare cessare gli invii e-mail di informazioni sulle nostre iniziative, si tenga conto che in ciascuna comunicazione sarà previsto un apposito link che consentirà di cancellarsi agevolmente dalla lista di distribuzione.








storie di nasi




Jean Claude Ellena e Christine Nagel:
il binomio creativo di Hermès

Il percoso “iniziatico” di Jean-Claude Ellena si inserisce nelle opzioni più autentiche della tradizione “grassoise”. Si definisce lui stesso un autodidatta che “si costruisce dagli incontri con le persone e le loro opere”.

Inizia come operaio in una fabbrica di Grasse, prima di entrare nel 1968 alla scuola di Givaudan in Svizzera, diventare naso e comporre per i mercati internazionali.

Compone accostando materiali ed essenze, alla ricerca di uno stile o di una rivelazione creativa. La scoperta del lavoro di Edmond Roudnitska alla fine degli anni '60 è una tappa fondamentale che arricchisce non soltanto il suo modo di concepire, ma anche di formulare. Presto restringe la sua palette, ripensa forma e rapporto dei sentori, elimina il superfluo e le ridondanze.

Tra Hermès e il “naso” di Grasse, l’incontro è avvenuto sin dall’inizio all’insegna della condivisione degli stessi valori: rispetto del savoir-faire e volontà comune di eccezionalità. “In questa straordinaria Maison che ha il senso profondo dei mestieri, realizzo un sogno meraviglioso: esercitare la mia passione con tanta esigenza creativa quanta libertà”.

Nel giugno 2004, Hermès affida a Jean-Claude Ellena il proprio patrimonio olfattivo e la creazione dei nuovi profumi rendendolo creatore-compositore esclusivo della Maison. Seguendo i passi di Un Jardin en Méditerranée, Jean-Claude Ellena compone Un Jardin sur le Nil nel 2005 e nel 2008 Un Jardin après la Mousson, una trilogia sotto il segno dell’acqua,  arricchita nel 2011 da Un Jardin sur le Toit, giardino dall’inconsueta location e dal recente Le Jardin de Monsieur Li ... nonché infine le fragranze della collezione Hermessence.

Creazioni

2007: Terre d’Hermès, interamente strutturato attorno a un’alchimia verticale di legno
2007: Kelly Calèche, interpretazione del ricordo di una visita al caveau dei pellami Hermès
2009: Eau de Pamplemousse Rose e Eau de Gentiane Blanche, le due cologne che accompagnano Eau d'Orange Verte, la classica, invariata nella formulazione, ma da sempre atemporali
2010: Voyage d’Hermès, a testimonianza dell’intenso legame che Jean-Claude mantiene con il concetto di viaggio
2013: Jour d’Hermès, un profumo fiorito molto femminile

2014: Jour d’Hermès Absolu, fiorito, voluttuoso, assolutamente sensuale
2015: Jour d’Hermès Gardénia, una nuova nuance di Jour attorno alla gardenia
2015: Le Jardin de Monsieur Li, una passeggiata olfattiva in un giardino cinese

Tra i suoi numerosi precedenti successi, ricordiamo: 
Van Cleef & Arpels First, 1976
Sisley Eau de Campagne, 1977
Cartier Déclaration, 1998
Bulgari 
Eau Parfumée au Thé Vert, 1992

Nel marzo 2014, Hermès accoglie Christine Nagel a fianco di Jean-Claude Ellena per occuparsi della realizzazione di nuovi, propri progetti olfattivi, dando così inizio a "una nuova avventura, un periodo di creatività, condivisione, libertà”. Un cammino di trasmissione dello stile olfattivo unico e singolare di Hermès Parfums.

Christine Nagel, nella sua precedente esperienza in Mane dal 2010, si è dedicata, oltre che alla direzione creativa del team profumieri Fine Fragrance, alla scoperta e alla selezione di giovani talenti, senza trascurare il suo primo amore: la partecipazione allo sviluppo di nuove molecole e componenti, sintetici e naturali.

La sua passione per le materie prime era nata nei laboratori ginevrini di Firmenich, ma è presso Créations Aromatiques che ha la possibilità  di muovere i suoi primi passi sulla strada della creazione. Per lei è un sogno che si realizza:  ”è stato un periodo di gioia creativa durante il quale, guidata da Michel (ndr: Almairac) ho potuto costruire il mio approccio olfattivo personale, la mia percezione di quanto sia ricca la suggestione che una fragranza può dare”.

E’ guidata da un desiderio incessante di scoprire nuovi ingredienti e profumi originali. Afferma di trarre ispirazione dalle gemme e dalle pietre preziose che la affascinano e, soprattutto, dagli incontri avuti nel corso di una carriera  lunga e ricca di successi e riconoscimenti.

Tra le sue recenti creazioni, prima del passaggio a Hermes, ricordiamo:
Cartier Eau de Cartier, 2001
Narciso Rodriguez for Her  (in collaborazione con F. Kurkdjian), 2004
Dolce & Gabbana The One for Her, 2006
Cartier Délices, 2006
Dsquared2 Potion for woman, 2012
Giorgio Armani Sì, 2013