Dopo Parma, Milano e Firenze, la mostra multisensoriale realizzata in occasione del trentesimo anniversario di Accademia del Profumo sbarca nel torinese, grazie alla collaborazione con Per Fumum e Fondazione Via Maestra e all’ospitalità del Consorzio Residenze Sabaude.  

I festeggiamenti per il trentesimo anniversario di Accademia del Profumo, cominciati nel 2020, proseguono a Venaria Reale (TO), con l’ultima tappa della mostra itinerante PROFUMO 30 ANNI DI EMOZIONI. L’appuntamento, aperto ad appassionati, esperti e curiosi, è presso il Castello della Mandria situato all’interno della Reggia di Venaria (Viale Carlo Emanuele II, 256), sabato 11 e domenica 12 settembre 2021.

«Festeggiare i 30 anni di Accademia del Profumo – commenta la Presidente, Ambra Martone – girando tra diverse meravigliose città d’Italia, dove ci hanno accolto e supportato importanti partner e protagonisti del mondo delle fragranze, è stato per noi un’esperienza davvero unica ed emozionante, che ci porteremo nel cuore per molto tempo. Portare la nostra mostra nella cornice di Venaria Reale, accanto a un partner come Per Fumum e con il sostegno di Fondazione Via Maestra, è la perfetta conclusione di questo viaggio così speciale. A nome di tutta Accademia, desidero ringraziare sentitamente tutti i professionisti, gli esperti, i visitatori che, ciascuno a proprio modo, hanno preso parte a questa nostra festa e hanno contribuito a renderla indimenticabile. Naturalmente, non ci fermiamo e rinnoviamo il nostro impegno a celebrare, diffondere e raccontare l’universo magico racchiuso in ogni flacone. Per altri 30 anni e molto di più!».

«La quarta edizione di Per Fumum vede la collaborazione con un’importante istituzione quale Accademia del Profumo – aggiunge Roberta Conzato, Presidente di Per Fumum – e rinnova il sodalizio con la Fondazione Via Maestra di Venaria Reale. È una mia grande soddisfazione vedere crescere l’associazione di anno in anno ed avere sempre più riscontri positivi dal pubblico che ci segue. Il mio augurio è che questo evento pieno di poesia e bellezza possa trasmettere un messaggio di rinascita».

Al centro dell’iniziativa, un racconto sull’evoluzione olfattiva delle ultime tre decadi, con un focus sulle specialità del territorio italiano utilizzate nell’industria della profumeria. In mostra, dodici temi olfattivi, naturali e di sintesi, accompagnati dalle immagini colte dall’obiettivo della fotografa Antonella Pizzamiglio che, proprio ispirata dalle essenze stesse, ha realizzato degli scatti inediti, con una camera digitale senza elaborazioni informatiche. Un percorso che, attraverso la scoperta delle note olfattive che hanno segnato la storia della profumeria dagli anni ’90 a oggi, trasporta i visitatori in un viaggio che dall’idea porta alla creazione di un profumo, cogliendone l’attimo sociale e il desiderio ispirato.

«Quando mi è stato affidato questo lavoro – racconta Antonella Pizzamiglio – mi sono stati consegnati dei flaconi senza alcuna indicazione e ho iniziato la mia ricerca annusandone il contenuto e annotandomi qualsiasi sensazione mi suggerissero: un’immagine, un colore, un oggetto… A gennaio mi è stata svelata la prima nota olfattiva scelta: proprio l’iris. Inizialmente ho deciso di realizzare uno scatto del fiore e del rizoma, da cui il profumo viene estratto. Ne è uscita una bellissima foto, ma ho capito che non era quello che stavo cercando e ho destinato quello scatto a una mostra sui fiori. Per quella di Accademia mi sono resa conto che avrei dovuto trasformare in immagine qualcosa di invisibile, la materia prima, e che avrei, quindi, dovuto trovare il modo di rappresentare un’emozione. Rileggendo le sensazioni annotate sul mio taccuino, ho ricominciato a scattare e sono passata così a delle fotografie totalmente astratte».

 

Domenica 12 settembre, presso la sala conferenze del Castello, in programma anche due incontri di approfondimento, a cura di Vanessa Caputo e Andrej Babicky, moderati da Roberta Conzato: I Giardini delle Residenze Reali Piemontesi (ore 11), un tour olfattivo virtuale, per immergersi nei suggestivi giardini delle residenze piemontesi e nelle vigne nobiliari della regione; Una lunga storia d’amore – La Bela Rosin e Vittorio Emanuele II° (ore 15), un racconto olfattivo che evoca luoghi, passioni e personalità di Rosa Vercellana, detta Bela Rosin, e di Re Vittorio Emanuele II°.

 

PER VISITARE LA MOSTRA

Visite libere sabato 11 e domenica 12 settembre 2021, dalle 11.00 alle 17.30, ingresso gratuito.

Visite guidate gratuite con la fotografa Antonella Pizzamiglio, sia sabato (tre turni: ore 11.00, 14.30 e 16.00) che domenica (tre turni: ore 12.30, 14.00 e 16.00), con posti limitati.

Prenotazione obbligatoria su: www.eventbrite.it/e/biglietti-profumo-30-anni-di-emozioni-torino-11-12-settembre-2021-168933158625

 

PER ASSISTERE ALLE CONFERENZE

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti. Per accedere alla location è richiesto il Green Pass

 

 PROFUMO 30 ANNI DI EMOZIONI ha iniziato il suo viaggio nelle principali città italiane legate alla storia del profumo nel mese di settembre 2020, presso APE Parma Museo (in collaborazione con CNA Parma), per poi approdare a Milano, a ottobre, al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci. A maggio 2021, la mostra è arrivata a Firenze, presso il Giardino dell’Iris (in collaborazione con Società Italiana dell’Iris). Con la tappa di Venaria Reale (TO), si conclude il tour dell’iniziativa.

 

SCARICA LA NOTA STAMPA: Nota stampa_Mostra PROFUMO 30 ANNI DI EMOZIONI_Venaria Reale (TO), 11-12 settembre 2021