I legami del mondo delle fragranze con musica, letteratura e arte sono innegabili: non a caso, Accademia del Profumo offre il proprio contributo alla realizzazione dell’installazione multimediale The Rape of Venice dell’artista Andrea Morucchio www.morucchio.com. L’installazione è parte di “MUVE CONTEMPORANEO”, l’offerta espositiva legata ai linguaggi dell’arte contemporanea che la Fondazione Musei Civici di Venezia ha programmato per i suoi musei nella stagione della Biennale Internazionale d’Arte 2015. Apre il 6 giugno 2015 a Palazzo Mocenigo, sede del Museo del Profumo.

Si tratta di un progetto che solleva e tratta il tema principale di Expo Milano 2015 ovvero quello della sostenibilità ambientale: The Rape of Venice lo interpreta contestualizzandolo nella città di Venezia, nei fenomeni che ne minano la sua integrità dando spazio a una speranza, il ritorno alla sua vera natura, rappresentata dal suo primordiale elemento, il profumo dell’alga.

Ecco alcuni particolari degli elementi dell’installazione.

PAVIMENTAZIONE | E’ costituita da una superficie calpestabile rappresentante una decostruzione della pavimentazione della basilica di San Marco; migliaia di immagini di particolari del manto musivo in scala 1:1, vengono sparigliate in modo casuale per creare il pavimento dell’installazione.  La pavimentazione della basilica di San Marco, luogo sacro per eccellenza dei veneziani, sottoposta al calpes­tio e vibrazioni di milioni di turisti e spesso sott’acqua, anche con maree di media portata, assurge qui a simbolo della devastazione fisica e culturale di Venezia.

VIDEO | Proiezioni video di titoli di centinaia di testate internazionali cartacee e web che nei loro articoli trattano la questione della decadenza di Venezia. I testi dei titoli appariranno alternandosi su sei pareti per determinare una percezione più impegnata e non passiva del visitatore nel leggere i titoli e quindi un suo maggiore coinvolgimento e comprensione dell’opera.

FRAGRANZA | “Era una notte di vento, e prima che la mia retina avesse il tempo di registrare alcunché fui investito in pieno da quella sensazione di suprema beatitudine: le mie narici furono toccate da quello che per me è sempre stato sinonimo di felicità, l’odore delle alghe marine sotto zero.“ Fondamenta degli Incurabili – Iosiph Brodskij.

La fragranza che verrà diffusa nell’ambiente è un’essenza intensa e viva, marina e vegetale al tempo stes­so che, unita all’umidità delle pietre che trasudano il salso, tipico dell’ambiente che ospita l’installazione, rappresenta il vero profumo di Venezia. Creata dopo mesi di ricerche e analisi olfattive della laguna di Venezia da maestri profumieri, sarà diffusa attraverso strumenti tecnologici che introducono il visitatore in un’atmosfera surreale.

AUDIO | La parte sonora dell’opera consiste nella diffusione di registrazioni subacquee effettuate nel Canale della Giu­decca, in Canal Grande e Rio Novo che riproducono il suono delle eliche e dei motori di natanti di vario tipo che solcano le acque della laguna. Suoni violenti e raschianti delle macchine che compiono un’azione deturpante dell’e­cosistema lagunare e delle stesse fondamenta della città Venezia.

http://therapeofvenice.blogspot.it