Laureata in Media e Comunicazione, sceglie poi un master in Antropologia ed Etnologia. Ha sentito il bisogno di spiegare le forme di comunicazione nel loro quadro culturale.
In questo momento storico di trasformazione, in cui si sente il bisogno di generare valore e non solo profitto, comunicare può essere fonte di ispirazione, sensibilizzazione, creazione di modelli positivi. Cerca metafore e lingue per trovare il modo più efficace per comunicare ed educare a un cambiamento. Ha scelto una prospettiva sensoriale ed emotiva, che mostra la cultura non solo negli oggetti e nelle rappresentazioni, ma soprattutto nella percezione e nelle azioni.