“I profumi e gli aromi che si fissano nella mia memoria sviluppano continue connessioni. Una ricerca di aggettivi che descrivano un’esperienza sensoriale che è anche metafora, racconto. Creazione”.

L’origine multiculturale di Michelle Moellhausen la rende una preziosa miscela di essenze, a sua volta. Nasce a Milano il 5 maggio del 1989 da madre paraguayana di origini olandesi e padre di origine tedesca. Cresciuta tra Paraguay e Italia, ha completato un ampio percorso di studio multidisciplinare che le ha permesso di consolidare un substrato culturale e di esperienza che le consente una visione libera, consapevole, aperta al dialogo e al nuovo. Sin da piccola, infatti, Michelle parla e studia quattro lingue: l’inglese, il francese, lo spagnolo, e l’italiano, la lingua del Paese di nascita. Dopo il liceo scientifico, studia all’International Business and Management a Boston, dove si laurea con lode. Completa i suoi studi presso il Grasse Institute of Perfumery, prestigiosa scuola internazionale di profumeria. Un percorso di studi armonioso e naturale per una giovane cresciuta in una famiglia con oltre 50 anni di tradizione nel settore fragranze: i Moellhausen, appunto. Michelle è in azienda dal 2012 e ricopre oggi il delicato e complesso ruolo di direttrice della R&D, prevalentemente incentrato sullo sviluppo di fragranze ed ingredienti evoluti per profumieri “moderni” con uno speciale contenuto tecnico e creativo.
Una competenza che ha permesso a Michelle di diventare Membro della “Société Francaise des Parfumeurs” e del WFFC (Women in Flavor and Fragrance Commerce Inc.).
La carriera di Michelle è stata “formata” anche da esperienze uniche vissute col padre Anthony, in giro per il mondo tra piantagioni, piccoli e grandi manifatture di olii essenziali e altri derivati vegetali, grandi aziende, congressi internazionali sugli aromi e fragranze.
La vivacità del suo costante impegno verso l’evoluzione e la scoperta riflettono quelle di una giovane professionista che ama conoscere e sapere: dallo yoga alla cucina multietnica, dall’arte moderna all’architettura, con un occhio particolarmente attento ai trend della moda e della cosmetica. Una capacità, quella di Michelle, di captare, raccogliere e accostare le suggestioni “en plein air” che il mondo e la natura consentono. Con una sensibilità simile a quella dei pittori impressionisti che Michelle Moellhausen conosce e ama.