Immaginate lo shock ‘estetico’ vissuto da una ragazza parigina per eccellenza che improvvisamente viene immersa nel paesaggio mediterraneo: la luce del Luberon in Provenza, o il profumo della macchia che domina la casa della nonna. Quella ragazza era Maïa Lernout, che lasciò la sua amata Parigi da adolescente, per vivere nel sud, rimanendo incantata dall’atmosfera, dall’arido paesaggio e dalle emozioni olfattive che le suscitava. Quelle emozioni olfattive l’avrebbero guidata infatti verso il desiderio di formarsi come profumiere professionista; fu naturale che frequentasse la scuola di profumeria e cosmetica ISIPCA. Selezionata da Robertet per il tirocinio, si trovò entusiasta nello scoprire gli estratti naturali. Continuò la sua formazione presso Créations Aromatiques e poi si unì a Kao, prima di spostarsi in Biolandes alcuni anni dopo nel 2006, come profumiera, lavorando nel cuore della pineta delle Landes. Era un sogno diventato realtà, vista la sua passione per i naturali, ma anche un progetto importante: allestire il laboratorio, selezionare le migliori qualità di rosa, cisto, vaniglia, iris … Fu così che nel 2010, quando Takasago era alla ricerca di un profumiere esperto di materie prime naturali, Maïa fu la scelta più ovvia. Lì incontrò Francis Kurkdjian. La loro formidabile collaborazione li ha resi il duo creativo che molti brand prestigiosi hanno scelto per i loro prodotti. Una creatrice di profumi a tutti gli effetti, che si ispira alla luce e al contrasto, Maïa sta facendo sentire la propria sensibilità nelle sue creazioni, con un’attenzione speciale alla selezione dei migliori ingredienti naturali.

 

La mia memoria olfattiva: “La pietra piena di lavanda si abbassa nella casa di mia nonna nei Pirenei orientali”
Il mio viaggio: “Un’estate alle Cicladi quando ero piccola, con l’azzurro intenso del cielo, la luce, la libertà, l’odore della vegetazione, l’incenso e il legno lucido dei monasteri.”
La mia ispirazione: “La natura, ovviamente, in particolare la natura mediterranea”.
La mia fragranza iconica: “Must di Cartier, il verde orientale per eccellenza”.
Il mio colore: blu ottimista ed elegante. E le note blu utilizzate dai jazzisti per aggiungere una leggera dissonanza nostalgica a un tema. ”
Il mio sogno: “Rosa cipria,“ nudo ”, petalo di rosa.”
Il mio motto: “Spara alla luna. Anche se manchi, atterrerai tra le stelle “. Oscar Wilde.

Le mie materie prime

Assoluta di Rosa Centifolia di Grasse, conosciuta come Rose De Mai: sono una fan appassionata di rose, e questo è un must per i suoi aspetti lanuginosi e polverosi.
Estratto di cisto labdano spagnolo: adoro il suo odore caldo e ambrato. Ho affettuosi ricordi delle colline andaluse ricoperte di cespugli di cisto, che riempiono l’aria con il loro profumo inebriante.
Assoluta di elicriso: ambra, spezie e liquirizia tutto in una volta, mi ricorda di camminare nella macchia del sud. Sebbene sia difficile da domare in una composizione, è sublime.

 

Creazioni

Davidoff: Cool Water Wave Woman 
Elie Saab: Le Parfum Royal, Le Parfum Essentiel 
Kenzo: Kenzo World Intense (cosigned with Francis Kurkdjian), Kenzo World EDT (cosigned with Francis Kurkdjian) 
Liu Jo: Liu Jo Milano 
Lolita Lempicka: Green Lover, Lolitaland (cosigned with Francis Kurkdjian), Oh Ma Biche 
Molton Brown: Flora Luminare 
Nina Ricci: L’Extase Rose Absolue (cosigned with Francis Kurkdjian), Rose Extase (cosigned with Francis Kurkdjian).