agrumata o esperidata

agrumata o esperidata

Il nome “esperidato” deriva dalle ninfe greche del tramonto, le Esperidi appunto. In numero di tre, dovevano sorvegliare il giardino degli dei i cui alberi producevano mele d’oro (arance) che donavano l’immortalità e che Ercole, nel corso delle sue fatiche, rubò. Per gli antichi, questo giardino era situato ai piedi dell’Atlante.

Questa famiglia si riferisce alle composizioni ricche di agrumi, mediterranei e più tradizionali, come bergamotto, limone, mandarino, arancia e pompelmo, o più esotici quali kumquat, lime e yuzu.

Dalla scorza degli agrumi si ricava l’olio essenziale per spremitura: la nota che ne deriva è molto fresca e volatile. Alcune tecnologie più recenti permettono l’estrazione a freddo di tutte le parti volatili del succo dei frutti in lavorazione: gli estratti ottenuti in questo modo contengono una concentrazione di elementi aromatici di 150 volte superiore rispetto ai succhi freschi.

Nel 1988, con l’accordo dihydromircenol-agrumi, che diede origine a Cool Water di Davidoff, nasce la sfaccettatura nuova freschezza.

La famiglia agrumata ha preso vita dall’Aqua Mirabilis di Giampaolo Feminis per evolversi nelle acque di colonia più tradizionali tra le quali citiamo Acqua di Colonia 4711 e Acqua di Parma.

Evocazioni: freschezza, frizzantezza, allegria.

E’ anche famiglia olfattiva.

articoli correlati

Torna in cima