i grandi registi

UNA GIORNATA PARTICOLARE

UNA GIORNATA PARTICOLARE

Ettore Scola, 1977
Vincitore del Golden Globe nel 1978 come miglior film straniero e di due David di Donatello.

La storia si svolge in una giornata del 1938, mentre Roma si appresta a festeggiare l’arrivo di Hitler. Antonietta (Sophia Loren) è una casalinga, madre di sei figli, che si ritrova a condividere del tempo con il suo vicino Gabriele (Marcello Mastroianni), con il quale si instaura una certa alchimia. Al termine della giornata, entrambi devono tornare alla loro solita vita e mentre lei continuerà nel suo ruolo di moglie e madre, lui verrà prelevato e condotto al confino.

Le fragranze ispirate a UNA GIORNATA PARTICOLARE

“In questa atmosfera romana, è stata una prova creare una colonia ricca di agrumi italiani e cedro al centro. Ispirandomi al gioco degli opposti di Antonietta e Gabriele, che si attraggono e si respingono allo stesso tempo, ho creato una nota contrastante dove la parte selvaggia e misteriosa del caffè italiano si fonde con la luminosità del cedro. Apprezzo la bellezza di questi due ingredienti italiani che si sposano perfettamente, nonostante si contrappongano per luce e carattere. La dualità del chiaroscuro italiano.”

piramide olfattiva acqua-particolare

i grandi registi - Accademia del profumo

Aurélien Guichard

BIOGRAFIA
Nato a Grasse, cresciuto a Parigi, si è formato alla scuola di profumeria Givaudan. Dopo essere stato assunto da Firmenich, è entrato a far parte di Takasago nel maggio 2018. Si divide tra Parigi e Grasse dove ha piantato la rosa Centifolia, scoprendo i segreti della coltivazione attraverso il contatto con le persone che praticano questo mestiere: innestatori, potatori e mietitori. Porta avanti la tradizione di sette generazioni di profumieri prima di lui.

logo TAKASAGO

“Nello sfondo della Città Eterna in epoca fascista – raffigurata dal cipresso, dall’olibano e dalla corteccia di betulla – si incontrano due animi solitari: la sensuale Antonietta e l’elegante Gabriele. La tuberosa e il cuoio incarnano lo spirito arioso della scena in cui l’uccellino di Antonietta, che scappa dalla sua gabbia, permette il loro incontro. Nasce quindi una fragranza potente che rievoca il periodo storico, pesante come la solitudine di entrambi i protagonisti, pesante come i loro segreti.”

piramide olfattiva una-giornata-particolare

i grandi registi - Accademia del profumo

Céline Barel

BIOGRAFIA
Sono sempre stata in sintonia con il potere del profumo. Tuttavia, non sono state le materie prime della profumeria a conquistare il mio cuore ma piuttosto il design visivo della profumeria. Amo il profumo come un’invenzione che soddisfa un bisogno di bellezza e di piacere: i flaconi, i colori, le evocazioni, il potere di influenzare le nostre emozioni in un modo unico, impegnandosi a rendere visibile la sua invisibilità.

IFF

articoli correlati

Torna in cima