,

La cannella (Cinnamomum Zeylanicum) è la corteccia essiccata di un albero originario di Celyon e delle isole Seychelles, alto circa 10 metri, dalle foglie ovali o ovali-lanceolate e fiori giallognoli.

La maggior parte della produzione mondiale di cannella è in Sri Lanka, dove viene raccolta nel modo tradizionale da sempre: i rami giovani vengono raccolti manualmente al mattino e riposti in una tipica capanna chiamata wadi. I rametti e la corteccia esterna vengono separati con un utensile di ottone, la parte interna è uno scarto e viene bruciata. I bastoncini di cannella sono formati dalle cortecce arrotolate e fatte essiccare. In Cina esiste una varietà di cannella ad alto fusto, chiamata cassia, che però è meno pregiata. Dalle foglie di cannella si ottiene anche un olio essenziale che consiste principalmente di eugenolo e viene utilizzato come sostituto del chiodo di garofano.

La cannella è afrodisiaca e stimola la golosità della nostra anima, il suo aroma corposo la fa assomigliare a un odore corporeo umano. Il suo aroma dolce e femminile è associato, nel nostro inconscio, all'immagine della mamma che prepara i dolci per le feste dei suoi bambini. Suscita ricordi dell'infanzia e un sentimento di ritorno a casa, ma fa sognare anche d'isole tropicali, d'India e di viaggi lontani.

E' proprio in questa bivalenza del suo aroma che risiede il segreto del suo gradimento pressoché universale e del successo di più d'un profumo.

La cannella era già citata nella Bibbia, nel libro dell'Esodo, era usata dagli antichi Egizi per le imbalsamazioni. Conosciuta da migliaia di anni, nelle zone di origine, per le sue proprietà curative, era un ingrediente della antica Teriaca (dal greco, "antidoto"), un farmaco composito, utilizzato fin quasi a tutto il 1800 che aveva fama di essere un potente antidoto contro vari tipi di veleno. Elaborata da Crateva, medico di Mitridate re del Ponto, fu anche usata dall’imperatore Nerone.

Bartolomeo Scappi, "cuoco secreto di Papa Pio V", nella sua "Opera" del 1570 scrisse dettagliate ricette a base di uova, nelle quali consiglia l'uso della cannella. Importata in occidente con le carovane durante tutto il medioevo, portò gli Olandesi a impiantare un traffico stabile con lo Sri Lanka nella prima metà del 1600, per divenirne i principali importatori d'Europa.